NOTIZIE

2 ottobre 2019

Scarica la locandina

Diocesi di Jesi.
Due iniziative per la Giornata del Migrante e del Rifugiato

La diocesi di Jesi propone per l’8 e il 9 ottobre due appuntamenti per la Giornata del Migrante e del Rifugiato che la Chiesa celebra dal 1914. È sempre stata un’occasione per dimostrare la preoccupazione per le diverse categorie di persone vulnerabili in movimento, per pregare per le sfide e aumentare la consapevolezza sulle opportunità offerte dalla migrazione. Nel 2019, la Giornata è stata celebrata il 29 settembre. Papa Francesco ha scelto il tema “Non si tratta solo di migranti” per mostrarci i punti deboli e assicurarci che nessuno rimanga escluso dalla società, che sia un cittadino residente da molto tempo, o un nuovo arrivato.

Arriverà a Jesi una piccola compagnia teatrale che presenterà lo spettacolo dal titolo “Il muro” che, partendo dalla vicenda del muro di Berlino, affronta il tema delle barriere e della diffidenza tra i popoli ma anche della loro capacità di abbattere i vari muri che sono costruiti. Lo spettacolo è il terzo appuntamento della programmazione di “Esodi. Stranieri residenti”, un progetto inteso come un seminario permanente della Caritas diocesana e della Caritas parrocchiale di San Giovanni Battista a cui hanno aderito l’Azione Cattolica diocesana, la Commissione Migrantes, la Commissione di pastorale sociale e del lavoro, Agesci Jesi 1, Gruppo Solidarietà, Centro Culturale I Care, Università per la Pace. Lo spettacolo, di Marco Cortesi e Mara Moschini, si svolgerà al teatro “Il Piccolo” a Jesi, martedì 8 ottobre alle 21 (ingresso 7 euro). Lo stesso spettacolo la mattina dell’8 ottobre sarà proposto a cento studenti degli istituti superiori di Jesi.

Mercoledì 9 ottobre, dalle 18, al teatro Il Piccolo di Jesi, incontro con il sociologo Massimiliano Colombi sul fenomeno migratorio. Il vescovo Gerardo Rocconi commenterà il messaggio di papa Francesco di quest’anno sul tema “Non si tratta solo di migranti”. All’incontro sono invitati quanti collaborano nelle parrocchie e nelle associazioni ecclesiali.